Liquori e Frutta sotto spirito

VILLADORO Blondiecao

Blondiecao – Liquore al cioccolato – 38,20€

Ingredienti: alcool finissimo, zucchero, cacao, tuorlo d’uovo, distillato di rhum, infuso di vaniglia baurbon, infusi di spezie esotiche, aromi naturali. bottiglia “futura” da 500cle

Questo sontuoso liquore al cioccolato coniuga la squisita essenza dell’aristocratico cacao, ai nobili sentori di rhum, vaniglia bourbon e spezie esotiche.
Il risultato è un liquore denso con un gusto perfettamente equilibrato dove nessuno degli ingredienti prevale ma si realizza un perfetto equilibrio tra loro.
Prelibato in ogni occasione, è ottimo anche come digestivo.
Nelle serate invernali, può essere servito caldo, tipo punch.

Gradazione alcolica 16% vol. – Contenuto bottiglia 0,50 litri.

Ciliegie Marasca Sotto Spirito al Liquore – € 36,50

Le ciliegie provengono dal Piemonte – San Damiano d’Asti (AT) e vengono trattate prima tre mesi sotto spirito e poi sotto liquore alle ciliegie.

Parenti stette di ciliegie e duroni, le Marasche vengono prevalentemente usate nella preparazione di dolci e marmellate. Contengono una buona quantità di vitamina A e C, potassio, fibre calcio e fosforo.

La produzione delle ciliegie segue l’andamento naturale delle stagioni e della nostra tradizione: colte a maggio e selezionate una a una, solo le più polpose vengono messe in infusione con alcool buongusto e zucchero e lasciate riposare fino a settembre.

L’intero processo è eseguito interamente a mano: una ricetta classica.

Si tratta di un metodo di conservazione ottenuto dall’infusione dei frutti in un preparato a base di alcol, acqua, zucchero e maraschino.

Un “classico” di fine pasto ed ottimo da degustare in compagnia.

Conservare in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore.

Vaso vetro da 580 gr. – Gradazione 25,0% vol.

Uvetta Sotto Grappa – € 35,50

Uvetta disidratata in una morbidissima ed elegante Grappa di Moscato invecchiata.

L’uva: il frutto dell’albero della vite, da cui si ottiene il mosto da trasformare in vino, è disponibile in natura solo nei mesi di settembre e ottobre; per poterla gustare in altri momenti e altri luoghi, può essere custodita, come da antichissime tradizioni, immersa nella grappa, per secoli considerata la bevanda dei poveri, il “latte dei montanari”, il ruvido equivalente etilico della polenta.
Negli ultimi anni invece, la Grappa è entrata definitivamente in società, guadagnandosi a suon di consensi, libero e gradito accesso alle mense dei potenti.
Pochi sanno che la grappa, non è un distillato del vino (in questo caso sì parla di acquavite), ma un distillato di vinacce, cioè dei residui dei grappoli d’uva usati dopo la vendemmia, nella pigiatura; in pratica, i noccioli e le bucce degli acini.
L’uvetta alla Grappa proposta da Villadoro Italia, è la frutta migliore che si veste con i distillati e li inebria rendendoli speciali da gustare a fine pasto o per abbinamenti che stupiscono; gelato alla crema per creare un gusto “malaga” piemontese, un sostanzioso risotto con formaggi e uvetta, o ancora, in semplice abbinamento a piccola pasticceria.

Per mantenere le caratteristiche del prodotto, è preferibile conservare il vaso in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore.

Vaso vetro da 580g. – Gradazione 25,0% vol.
Temperatura di servizio 16-18 °C.

Sconti e Agevolazioni

su tutti gli ordini telefonici